partner

NEWS

Intervista a Enzo Madrigali, Direttore di Democenter Sipe
Enzo Madrigali è il direttore di Democenter Sipe, la Fondazione che favorisce l’incontro tra Imprese e l’Università sostenendo così l’avvio di rapporti che producono progetti di ricerca e contratti.
Democenter-Sipe è un centro al servizio delle eccellenze imprenditoriali, che cosa rappresenta il segmento motorsport per le vostre attività?
“Con la trasformazione in Fondazione abbiamo scelto di concentrare la nostra attività a sostegno dell’innovazione delle imprese in tre settori, individuate anche in base alle eccellenze del nostro territorio: ICT, biomedicale e – appunto – motoristica e automotive, di cui il segmento motorsport costituisce una parte di assoluto rilievo. Basta ricordare che in un raggio di 50 Km sono presenti aziende come Ferrari, Lamborghini, Ducati, Maserati. In questi ambiti puntiamo ad essere un punto di riferimento anche al di là della dimensione provinciale”.

Eventi, fiere e manifestazioni vi vedono spesso protagonisti, tra l’altro siete anche tra i promotori di Motorsport Expotech: come si è evoluto un salone così specifico?
“Anche sul versante fieristico siamo concentrati su eventi legati alle start up (una sfida fondamentale per il nostro futuro) e, sotto il profilo settoriale, su biomedicale e motoristica, proprio perché sono tra i segmenti di punta del nostro tessuto produttivo, quelli in cui ha saputo manifestare livelli di eccellenza che non sono venuti meno. L’idea del salone nasce da questa evidenza, e dalla volontà di valorizzare questo patrimonio”.

Uno dei vostri partner privilegiati è l’Università e nel settore motoristico proponete un master di altissimo livello. Che rapporto c’è tra motorsport e Università?
“L’Università è e sarà sempre più fondamentale per gli sviluppi futuri del distretto del motorsport. Il nostro ruolo è proprio questo: aiutare l’ateneo ad essere sempre più a misura d’impresa e le aziende ad aprirsi alla collaborazione con chi nei laboratori universitari fa ricerca e può aiutare il settore a compiere quel salto di qualità indispensabile per rimanere competitivo”.

Una Fondazione come la vostra ha per vocazione uno stretto legame col mondo dei giovani: come si coinvolgono gli studenti in progetti come quelli legati a un settore come il motosport?
“Il successo del Master del Veicolo è legato al forte coinvolgimento di imprese eccellenti, che ospitano i ragazzi per gli stage e che ne assumono, al termine del percorso, quasi l’80%. Questo ponte tra studio e lavoro, ricerca universitaria e impresa è quello che permette oggi di accendere maggiormente l’interesse dei giovani”.

Insieme a Motorsport Expotech andrete al Salone di Colonia: quanto conta avere visibilità e farsi conoscere a livello internazionale? Qual è il gap nei confronti degli altri paesi?
“Per essere competitivi non è più possibile restare chiusi entro i propri confini. La ricerca, l’innovazione hanno una dimensione globale ed è a questa scala che occorre giocare la partita. Le nostre imprese, ma anche i centri per il trasferimento tecnologico l’hanno capito e stanno anche sotto questo profilo annullando rapidamente il gap competitivo con gli altri Paesi”.

Innovazione e tecnologia sono le chiavi per il futuro e il territorio sembra avere capito l’importanza di investire sulla ricerca. Qual è il vostro apporto alla promozione di questa sfida?
“Come accennavo vincere questa partita è la nostra ragion d’essere. Con il Piano triennale che abbiamo appena approvato ci siamo assunti sotto questo profilo un impegno importante: nei prossimi tre anni vogliamo portare nel modenese oltre 36 milioni di euro per l’innovazione, a favore soprattutto delle start up e delle imprese”.

Che cosa si aspetta dalla prossima edizione di Motorsport Expotech?
“Ci aspettiamo che continui il trend iniziato, quello anche qui ricordato, che vede un protagonismo crescente di imprese sempre più capaci di collaborare tra loro e con il mondo della ricerca, per aprirsi alla competizione globale in un territorio in grado di dimostrare una sempre maggiore capacità di lavorare assieme”.




8/11/2012
«indietro - back


Motorgallery